Successivo » « Precedente

NY#1: be veggie, buddy

Img_2015_2

L'appartamento che ho preso a New York nell'East Village è carino. Il proprietario è molto affabile, non ha neanche voluto un acconto dall'Italia. La prima cosa che mi ha detto quando sono arrivata, sempre con molta gentilezza, è stata: qui non si fuma, noi siamo vegani e non permettiamo che i clienti portino in casa animali morti o prodotti di animali morti. Niente carne, niente pesce. Niente uova, niente latte.
La prima cena è a un thai qui sotto. Leggendo il menu scopro che è un thai vegetariano. Faccio la spesa in un supermercato chicchissimo: niente carne. In compenso i broccoli costano una follia, come i succhi di frutta. New York è sempre più "veggie", almeno questa è l'impressione. Ma è una mia sensazione o questa storia dei vegetariani è un business micidiale?
Non mi avranno, stasera bistecca sanguinolenta da Peter Luger.